Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Strage di copti
in Egitto

· Almeno 24 vittime nell’attacco a un bus ·

Ancora una strage di cristiani copti in Egitto. Almeno 26 persone, tre le quali alcuni bambini, sono morte e altre 25 sono rimaste ferite in un assalto armato a un autobus a Minya, nel sud del paese.

Una cristiana copta (Ap)

Secondo fonti della sicurezza, una decina di uomini armati, a volto coperto e con indosso divise militari, hanno bloccato il bus e, una volta a bordo, hanno aperto il fuoco con i mitra, filmando il massacro. L’attentato «è inaccettabile» ha detto lo sceicco Al Tayyeb, Grande imam di Al Azhar, la prestigiosa istituzione sunnita con sede al Cairo. «Ogni musulmano e ogni cristiano lo condanna», ha precisato. L’autobus, partito dalla città di Beni Suef, era diretto al monastero di San Samuele, situato nei pressi di Minya, 300 chilometri a sud del Cairo, dove vive una numerosa comunità copta. Alcuni dei feriti, secondo quanto si apprende, sarebbero gravi. L’attentato odierno si aggiunge alla lunga lista di attacchi contro i cristiani in Egitto. Solo dal 2013, vi sono stati una quarantina fra attentati e attacchi alle chiese, in pratica un episodio al mese, con decine di vittime e feriti.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE