Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Strage a Baghdad

· ​Uccise undici persone in una zona commerciale della capitale irachena ·

Scene di straziante dolore dopo l’attentato a Baghdad

Ancora violenza in Iraq. Una bomba è esplosa ieri sera nei pressi di un centro commerciale nella capitale Baghdad uccidendo diciassette persone e ferendone 26. Lo ha riferito la polizia irachena, precisando però che il bilancio potrebbe salire data la presenza di feriti gravi. Le testimonianze parlano di un attentatore suicida. L’attacco è stato rivendicato dal cosiddetto stato islamico (Is) questa mattina. Una rivendicazione che arriva proprio nel momento in cui l’esercito iracheno sta lanciando una nuova offensiva contro le ultime sacche di resistenza dell’Is presenti sul suo territorio. La scorsa settimana il primo ministro iracheno Haider Al Abadi aveva detto che «l’Iraq sarà presto pronto a dichiarare la vittoria sull’Is».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

09 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE