Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Storia medievale in suoni e luci

La città aquitana di Limoges mostra, in queste serate d’estate, le sue gloriose vestigia medievali. Fino al 31 luglio sarà proiettato sulla facciata dell’ex palazzo vescovile della città — ora museo delle belle arti — un documentario che come un immenso affresco celebra l’età d’oro medievale della regione, fortemente segnata dall’influenza culturale dell’abate san Marziale tradizionalmente considerato l’evangelizzatore della regione. Lo spettacolo ripropone il racconto di Bernard Itier, monaco e bibliotecario dell’abbazia nel XIII secolo. Durante una gelida notte d’inverno del 1225, recandosi all’infermeria, il monaco non resiste al desiderio di fermarsi nella grande biblioteca dell’abbazia, dove ripercorre i momenti più importanti della storia della città: attraverso i tesori culturali che sono stati tramandati e le testimonianze dei suoi predecessori che hanno vissuto l’incoronamento di Carlo III il Bambino e di Riccardo Cuor di Leone.

La proiezione, alla quale si può assistere gratuitamente, è riproposta a ripetizione dalle 22.30 all’una di notte. (solène tadié)

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE