Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Stato d’emergenza in Tunisia

· ​Il presidente Essebsi chiede sostegno internazionale nella lotta al terrorismo ·

Abbiamo l’Is alle porte». Con questo drammatico avvertimento, il presidente tunisino, Beji Caïd Essebsi, ha proclamato lo stato di emergenza su tutto il territorio nazionale da sabato scorso, per trenta giorni rinnovabili, aggiungendo che la Tunisia ha bisogno di sostegno internazionale poiché tutti i Paesi sono preda del terrorismo. «Gli Stati Uniti, la Francia, la Gran Bretagna, l’Ue e l’Algeria — ha detto Essebsi — sostengono la Tunisia contro il terrorismo». 

Soldati tunisini a Kasserine  nei pressi del confine con l’Algeria (Reuters)

La Tunisia è ancora sotto shock a poco più di una settimana dalla strage di turisti a Sousse, tragico seguito dell’attentato del marzo scorso al museo del Bardo. «La Tunisia sta vivendo circostanze eccezionali che necessitano di misure eccezionali», ha affermato Essebsi. Il provvedimento, che era nell’aria dal giorno dell’attentato al resort di Sousse in cui sono morte 38 persone, dà maggiori poteri a governatori, esercito e polizia e prevede una limitazione di alcuni diritti della persona (come quelli a manifestare e a radunarsi) al fine di combattere più efficacemente il fenomeno del terrorismo. Lo stato d’emergenza accorda poteri eccezionali alle forze dell’ordine, che potranno compiere «perquisizioni di giorno e notte e prendere tutte le misure necessarie per assicurare il controllo della stampa e le pubblicazioni di ogni natura». Già in vigore dal 15 gennaio 2011, lo stato di emergenza era stato revocato il 6 marzo 2014. Una revoca, che non precludeva comunque la possibilità di un supporto militare alla forze di sicurezza se necessario.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 aprile 2019

NOTIZIE CORRELATE