Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Stallo sui dreamers

· I democratici respingono la bozza di accordo della Casa Bianca per l’estensione delle tutele ·

Manifestazione a favore dei diritti dei dreamers (Afp)

 I democratici al Congresso hanno respinto un’offerta della Casa Bianca sulla spinosa questione dei dreamers, i migranti arrivati illegalmente negli Stati Uniti quando erano ancora bambini. L’amministrazione Trump proponeva un’estensione del programma di sostegno ai dreamers, il cosiddetto Daca, in cambio del via libera a un pacchetto di fondi pari a 25 miliardi di dollari per la costruzione del muro al confine con il Messico, uno dei principali punti del programma del presidente Trump. Lo riferisce la Associated Press citando fonti informate. Trump ha nei mesi scorsi annunciato la revoca del programma voluto dal suo predecessore per la protezione dei dreamers, ma a febbraio la Corte suprema ha stabilito che per il momento il programma resta in vigore, mentre sono ancora in corso le trattative al Congresso. La Casa Bianca spinge da tempo per una più ampia riforma dell’immigrazione.

Il Daca (Deferred Action for Childhood Arrivals), come accennato, è il programma del governo federale degli Stati Uniti, creato nel 2012 dall’amministrazione di Barack Obama, che offre ai dreamers il diritto temporaneo di vivere, studiare e lavorare legalmente in America per due anni, se rispettano alcune condizioni: non avere precedenti penali di alcun tipo, non commettere atti che ledano la sicurezza, frequentare la scuola o il servizio militare.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 luglio 2019

NOTIZIE CORRELATE