Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Speciale
accoglienza

· ​In Francia protocollo d’intesa con i protestanti sui rifugiati ·

Parigi, 31. In Francia ministero dell’Interno, Federazione protestante, Federazione di mutua assistenza protestante, Secours catholique, Conferenza episcopale e Comunità di Sant’Egidio firmeranno prossimamente un protocollo «basato sulla messa in opera di un processo di accoglienza più specificamente riservato ai rifugiati considerati come persone vulnerabili, secondo i criteri dell’Onu»: ad annunciarlo è stato nei giorni scorsi a Parigi il presidente della Federazione protestante di Francia, François Clavairoly, intervenendo all’assemblea generale dell’organizzazione. Quello dell’accoglienza dei rifugiati è stato posto da Clavairoly come primo di quattro improrogabili impegni dei protestanti. «Già l’anno scorso ne avevamo ricordato l’importanza e quanto esso richieda uno sforzo a lungo termine. Si tratta — ha detto il presidente — di uno sforzo compiuto principalmente dalla Federazione di mutua assistenza, dalle associazioni locali, dalle Chiese stesse e dalle fondazioni, nonché da singoli individui. Questo sforzo è stato accompagnato e sostenuto felicemente l’estate scorsa da una campagna lanciata dalla Chiesa protestante unita, intitolata Exilés, l’accueil d’abord, che ha mobilitato numerosi partner e il cui messaggio ha raggiunto non soltanto noi membri ma è andato ben al di là». La firma del protocollo rappresenta quindi «il prolungamento di tutti questi impegni».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 novembre 2019

NOTIZIE CORRELATE