Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Sotto lo sguardo di Mosè

· Nell’aula del Congresso ·

Una standing ovation, con applausi e acclamazioni, ha accompagnato, nella mattinata di giovedì 23, l’ingresso del Papa nell’aula del Congresso degli Stati Uniti. Annunciato come The Pope of the Holy See, Francesco ha ricevuto un’accoglienza calorosa, in una circostanza solenne, per la prima visita del Pontefice in questo luogo. 

Un calore testimoniato non solo dal saluto di benvenuto, ma anche dalle trentasei interruzioni del discorso del Pontefice dovute agli applausi che ne hanno sottolineato alcuni passaggi — segno di attenzione e spesso di condivisione, seppure talvolta non unanime, verso gli argomenti toccati — spesso accompagnati da altre ovazioni. A partire dalla prima, quando all’inizio dell’intervento ha ringraziato per l’invito a rivolgersi all’assemblea plenaria del Congresso nella «terra dei liberi e casa dei valorosi». Un’attenzione manifestata anche dalle migliaia di persone che hanno ascoltato il discorso attraverso i maxischermi allestiti sul portico occidentale, quello che dai tempi del presidente Ronald Reagan viene usato per la cerimonia d’insediamento del capo dello Stato, dove era stata realizzata una tribuna per gli invitati che sono riusciti ad ottenere un pass per l’interno.

Come da protocollo, il solo a parlare è stato il Pontefice, che ha tenuto il suo discorso in inglese, avendo di fronte il medaglione con Mosè, raffigurato tra i grandi legislatori, l’unico personaggio tra quelli ritratti nella sala che guarda direttamente chi parla dalla tribuna. E proprio a Mosé il Papa ha fatto riferimento all’inizio dell’intervento, sottolineando che la sua figura è una sintesi del lavoro che spetta ai politici, chiamati a difendere l’uomo attraverso gli strumenti della legge.

dal nostro inviato Gaetano Vallini

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE