Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Sostegno europeo
a Hollande

· Operazione antiterrorismo tra Charleroi e Namur ·

«Contro il terrorismo serve una risposta culturale, non solo militare». Così si è espresso oggi, a Parigi, il presidente del Consiglio italiano, Matteo Renzi, incontrando il capo dell’Eliseo, François Hollande, per un vertice sul terrorismo e la sicurezza internazionale. 

Merkel, Hollande  e  il sindaco di Parigi Anne Hidalgo  a Place de la République ricordano  le vittime del massacro del 13 novembre (Reuters)

A circa due settimane dal massacro di Parigi, i due leader si sono incontrati per fare il punto sulla strategia comune europea di fronte alla minaccia terroristica dello Stato islamico (Is). «C’è la necessità di una coalizione sempre più ampia che porti alla distruzione» dell’Is «e del disegno atroce che esso rappresenta» ha detto Renzi. Dal canto suo, Hollande ha ribadito che «il nostro obiettivo è la distruzione dell’Is» e per questo «serve un’azione militare comune». A esprimere sostegno alla Francia dopo il massacro di Parigi è stato ieri il cancelliere tedesco, Angela Merkel, che ha incontrato Hollande all’Eliseo. «L’Is non si batte a parole. Vogliamo combattere insieme il terrorismo. È la nostra missione, il nostro dovere» ha ricordato la leader della Cdu. L’allerta resta alta, intanto, a Bruxelles, dove le forze dell’ordine sono alla ricerca di almeno dieci presunti terroristi.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE