Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Sostegno di Obama
alla pace in Colombia

· Chiesti al Congresso finanziamenti per 450 milioni di dollari ·

Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, dopo aver ricevuto ieri alla Casa Bianca il capo dello Stato colombiano, Juan Manuel Santos, ha annunciato che chiederà al Congresso di stanziare 450 milioni di dollari per finanziare il processo di pace in Colombia. 

Come noto, il prossimo mese è attesa la conclusione del negoziato che da ormai tre anni si tiene nella capitale cubana, L’Avana, tra il Governo di Bogotá e le Forze armate rivoluzionare della Colombia (Farc), il più antico gruppo guerrigliero di sinistra dell’America latina. Con l’accordo per mettere fine a un conflitto civile protrattosi per oltre mezzo secolo — e che appare destinato ad aprire la strada ad analoghi accordi con altre formazioni armate — la Colombia tenta di avviare una nuova e pacifica fase della sua storia. In questo ha certo un ruolo rilevante il sostegno internazionale ed è dunque particolarmente significativa l’iniziativa di Obama. «Un Paese che era sull’orlo del collasso è ormai sull’orlo della pace» ha detto il presidente statunitense, annunciando la sua iniziativa in una conferenza stampa congiunta con Santos. La scelta del presidente statunitense, se avrà il via libera del Congresso, porterà ad aumentare di quasi il cinquanta per cento gli aiuti statunitensi alla Colombia e, soprattutto, a finanziare progetti specificamente destinati alla pacificazione e allo sviluppo sociale del Paese.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

12 dicembre 2018

NOTIZIE CORRELATE