Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Sostegno
all’intesa libica

· ​Dalla comunità internazionale ·

I protagonisti dei negoziati libici a Skhirat in Marocco (Reuters)

La comunità internazionale saluta l’accordo sulla Libia, raggiunto dopo mesi di lunghi e complessi negoziati. Il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon, ha sottolineato ieri l’importanza dell’intesa, definendola «un passo fondamentale» nella transizione verso la pace. «La porta rimarrà aperta a coloro che desiderano unirsi sulla strada del dialogo» ha detto Ban Ki-moon, ricordando però che che il «percorso sarà difficile» nonostante il pieno sostegno delle Nazioni Unite.

E sull’accordo è intervenuto ieri anche il presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella. «In un momento in cui il mondo è sotto la minaccia della furia oscurantista del terrorismo — ha detto Mattarella — ritengo che l’avvio di un percorso di sviluppo democratico così significativo come quello libico assuma un valore ancora più importante». Nel dettaglio, l’intesa siglata a Skhirat, in Marocco, prevede un nuovo e unico Governo di unità nazionale che dirigerà il Paese per un periodo di transizione, fino a quando non saranno organizzate nuove elezioni legislative, probabilmente entro un anno. Un passo importante per porre fine alla divisione dei poteri tra le due città: Tripoli, dominata finora dagli islamisti, e Tobruk, la cui assemblea è riconosciuta dalla comunità internazionale.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE