Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Sorpasso a destra

· ​La Cdu di Merkel battuta dai populisti dell’Adf nelle regionali in Meclemburgo - Pomerania Anteriore. ·

Come ampiamente previsto, la Cdu di Angela Merkel ha subito una pesante sconfitta nelle elezioni regionali di ieri nel Land nord-orientale tedesco del Meclemburgo - Pomerania Anteriore. I cristiano-democratici si sono infatti fermati al 19 per cento dei consensi, superati dai populisti di destra di Alternativa per la Germania (Afd), che hanno ottenuto circa il 21 per cento. 

Il voto in un seggio della regione di Meclemburgo -    Pomerania Anteriore (Ap)

Le regionali sono state vinte dal Partito socialdemocratico (Sdp), con il 30,6 per cento dei voti. Nel Meclemburgo — Land dell’ex Ddr, il più povero e il meno popoloso della Germania — la Cdu ha perso 4 punti percentuali rispetto alle precedenti elezioni del 2011, quando aveva ottenuto il suo peggior risultato. I socialdemocratici hanno invece perso il 5 per cento. Si tratta — rilevano gli analisti politici — del primo sorpasso che Alternativa per la Germania, guidata da Frauke Petry, compie sul partito del cancelliere, che incappa nel terzo peggior risultato di sempre. Gi altri risultati nel Meclemburgo -Pomerania Anteriore attribuiscono il 13,2 per cento (meno 5,2 punti) al partito di sinistra Die Linke e il 4,8 per cento (meno 3,9) ai Verdi, che, quindi, escono dal Landtag di Schwerin, assieme ai neonazisti della Npd (3 per cento, meno 3 punti). Già fuori erano i liberali della Fdp, che hanno ottenuto il 3 per cento (in aumento di 0,2 punti rispetto alle precedenti elezioni). L’affluenza, in crescita del 10,1 per cento, è stata del 61,6 per cento. In una conferenza stampa a conclusione del g20 in Cina, Angela Merkel si è detta «molto scontenta», mentre il segretario generale della Cdu, Peter Tauber, ha definito «amaro» il risultato delle urne. Quelle di ieri sono state le prime di sei elezioni in programma in Germania prima delle federali del 2017. L’11 settembre prossimo si vota per le comunali in Bassa Sassonia, ma l’attesa più grande è senza dubbio per il rinnovo del Parlamento della città-regione di Berlino, fra due settimane.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 aprile 2019

NOTIZIE CORRELATE