Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Solo chi ama resta

· Dal profumo di Betania alla pietra rimossa ·

Il Vangelo, la Chiesa e le donne

Per analizzare il ruolo delle donne nella Chiesa Ugo Sartorio parte da Giovanni 12,1m con il quale, scrive, ha inizio l’ultima settimana della vita terrena di Gesù. Dopo il miracolo che ha riportato l’amico Lazzaro in vita, cresce l’ostilità da parte di chi vuole mettere a morte il Rabbi di Nazaret. 

Beato Angelico«Noli me tangere» (1438-1440)

«Intanto i sommi sacerdoti e i farisei avevano dato ordine che chiunque sapesse dove si trovava lo denunziasse, perché essi potessero prenderlo» (Giovanni, 11, 57). Gesù capisce che nessun segno potrà ormai convincere i suoi oppositori se non il segno di Giona, della vita nascosta nel ventre della terra, del dono totale di sé per amore.

Mentre assistiamo all’escalation del clima di violenza e inganno, entrano in scena gli attori e si indica il luogo dove avviene l’azione. Siamo a Betania, località che i lettori del Vangelo di Giovanni già conoscono bene, luogo dell’amicizia, per Gesù luogo del cuore cui fare ritorno e dove trovare ristoro e calore umano. Qui abitano l’amico Lazzaro, Marta (identificata nel ruolo consueto di colei che serve a tavola, cfr. anche Marco, 10, 40) e la sorella Maria, che Giovanni ha presentato ampiamente nel capitolo precedente citandone otto volte il nome.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

16 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE