Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Solidarietà del Wcc
per le isole Fiji

· Dopo il violento ciclone ·

Solidarietà e vicinanza ai cristiani delle isole Fiji colpite dall’arrivo del ciclone Winston, uno dei più potenti che si sia mai abbattuto sull’arcipelago dell’oceano Pacifico, sono state espresse dal World Council of Churches (Wcc).

In una lettera indirizzata al Consiglio delle Chiese delle Fiji, il segretario generale del Wcc, reverendo Olav Fykse Tveit, ha affermato che alle comunità locali è affidato il compito di lavorare insieme per offrire il conforto spirituale sia nell’immediato che nel lungo termine. «Spero che la fraternità che condividete come Chiese — ha ricordato Fykse Tveit — rafforzi i vostri sforzi per soddisfare queste esigenze». La tempesta abbattutasi sulle Fiji nei giorni scorsi ha ucciso una quarantina di persone e ha spazzato via abitazioni e costruzioni, lasciando più di tredicimila persone senza tetto. Il Governo ha dichiarato lo stato di calamità naturale. Il segretario generale del Wcc ha ricordato la vocazione del movimento ecumenico a condividere da sempre le sofferenze reciproche e la speranza. «Preghiamo affinché siate in grado di essere una voce di speranza per coloro che sono nel dolore. Sappiate che i cristiani di tutto il mondo sono solidali con voi».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE