Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Sogno
di un piccolo principe

· La Biblioteca Malatestiana di Cesena ·

Molti anni fa ebbi il privilegio di essere vicino a Giovanni Paolo II quando visitò la Biblioteca Malatestiana di Cesena. Fu durante la sua visita alle diocesi della Romagna, nel maggio del 1986, e ricordo bene il viso del Papa al momento di entrare nell’edificio: il viso assorto e stanco — così mi parve — di chi si accingeva ad affrontare uno dei tanti impegni di una giornata densa e faticosa, come lo erano sempre quelle dei viaggi di Papa Wojtyła, forse senza nemmeno sapere di preciso che cosa lo aspettasse a quel punto del programma. 

L’aula a pianta basilicale in una fotografia di Massimo Listri (2002)

Poi, quando fu introdotto nell’aula del Nuti, su quel volto vidi repentinamente accendersi lo stupore e l’assoluta attenzione del contemplativo davanti a una grande bellezza in cui riconosce qualcosa di sacro. Lo scrive Leonardo Lugaresi aggiungendo che dopo la visita, il Papa tenne un breve discorso alle persone invitate, in cui disse fra l’altro: «Il messaggio che, da questa sala, si diffonde nel mondo, è un messaggio di speranza: ci ricorda quanto l’uomo può e deve fare per salvare la sua dignità, per compiere veramente l’alto destino al quale è chiamato». E poi soggiunse: «Questa straordinaria istituzione culturale è stata ideata, e ha potuto essere realizzata, conservata, difesa e promossa fino a oggi grazie a una collaborazione tra la comunità religiosa (che s’incarnò, in questo caso, nell’ordine francescano) e il potere civile: una collaborazione, un’intesa tra fede e cultura. Un fatto estremamente significativo e importante, che testimonia di quali frutti copiosi è capace questa armonia, così necessaria all’affermazione del vero umanesimo».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE