Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

S’intensifica la lotta all’ebola

· Ponti aerei per aiuti ai Paesi colpiti ·

Si moltiplicano le iniziative internazionali per fronteggiare l’epidemia di ebola in Africa occidentale. Oltre all’Unicef, il fondo dell’Onu per l’infanzia, anche Francia e Germania stanno allestendo un ponte aereo per aiuti a Guinea, Liberia e Sierra Leone, i Paesi più colpiti.

Lo ha annunciato ieri un un portavoce tedesco, dopo un incontro a Parigi tra il ministro francese della Difesa, Jean-Yves Le Drian, e la sua omologa tedesca, Ursula von der Leyen. La base di partenza del ponte aereo è prevista a Dakar, in Senegal. L’esercito tedesco, invierà fino a 100 soldati e quattro aerei di tipo Transall per assicurare e coordinare gli aiuti.

In precedenza, un altro ponte aereo dall’inizio della settimana entrante era stato annunciato dall’Unicef, che prevede di consegnare 1.300 tonnellate di aiuti tramite 55 voli in quindici giorni.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 febbraio 2020

NOTIZIE CORRELATE