Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Siccità in Corea del Nord

· A rischio le coltivazioni di riso ·

La Corea del Nord sta fronteggiando la peggiore siccità dell’ultimo secolo e le conseguenze per l’agricoltura sono pesanti: lo ha scritto ieri l’agenzia ufficiale Kcna citando un funzionario secondo il quale il 30 per cento delle risaie si è prosciugato.

La provincia nordcoreana di South Phyongan colpita dalla siccità (Afp)

Una conferma della difficile situazione e delle possibili, gravi ripercussioni per la popolazione è giunta anche da Seoul. Secondo il ministero dell’Unificazione, nel mese di maggio le precipitazioni sono state particolarmente basse e la produzione alimentare potrebbe calare in caso di prolungata assenza di pioggia. Negli anni Novanta, la Corea del Nord ha avuto una pesantissima carestia che ha provocato morte e malnutrizione.

Il riso è l’alimento di base della debole dieta nordcoreana, ma per garantire il raccolto di ottobre è necessario che le piantine di riso siano parzialmente sommerse all’inizio dell’estate. La scorsa settimana il ministero Unificazione sudcoreano ha stimato che la produzione agricola nordcoreana possa subire nel 2015 un crollo del 20 per cento, qualora la siccità prosegua fino al prossimo mese.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE