Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Sforzi per un dialogo
tra Kiev e i separatisti

· Resta alta la tensione a Odessa e nella regione di Donetsk ·

Kiev, 5. A una settimana dagli annunciati referendum per l’indipendenza nel sud-est ucraino, l’esercito di Kiev rafforza la sua offensiva nella regione di Donetsk, mentre Odessa resta sotto i riflettori dopo le violenze culminate nel tragico incendio di venerdì in cui sono morte 42 persone. Un libro bianco presentato oggi dal ministero degli Esteri russo al Cremlino, sostiene che la crisi minaccia la stabilità e la pace in Europa e denuncia violazioni dei diritti umani in Ucraina. La Germania, nel frattempo, cerca di riallacciare i fili di un dialogo che potrebbe passare per una mediazione dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (Osce) — il presidente di turno, lo svizzero Didier Burkhalter, si recherà in missione a Mosca mercoledì — e per una nuova conferenza a Ginevra.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

09 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE