Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Sette sfide
per la Francia

· ​Riflessioni dei vescovi su democrazia ed elezioni ·

Un invito rivolto ai francesi perché non cadano nel «fatalismo». A lanciarlo sono i vescovi della Francia in una dichiarazione diffusa in vista del 2017, che si prefigura come un importante anno elettorale, per via delle previste consultazioni legislative e presidenziali. 

 I presuli dedicano una serie di riflessioni, suddivise in sette punti, sull’importante scadenza politica. «Di fronte alle sfide che interpellano la nostra società — avvertono i vescovi — il rischio principale sarebbe quello di rinunciare a lottare per il futuro e cedere alla tentazione del fatalismo. Troppi nostri concittadini sono arrivati a credere che la situazione sia bloccata e che nessuno sia capace di sbloccarla. Le risorse del nostro Paese — economiche, umane, culturali e spirituali — ci permettono di rifiutare questo fatalismo. Esse impegnano piuttosto ciascuno e ciascuna a esercitare il proprio discernimento e la propria responsabilità per il bene comune».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

25 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE