Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Sette secoli di pellegrinaggi
in mostra a Palazzo Giustiniani

«Antiquorum habet», il titolo della mostra ospitata nella Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani a Roma, è tratto dall’incipit della Bolla di indizione del giubileo del 1300, promulgata da Papa Bonifacio VIII. Il documento, grazie al prestito della Biblioteca Apostolica, sarà esposto al pubblico insieme con altre opere che, a un anno di distanza dall’annuncio del giubileo della misericordia, vogliono offrire a pellegrini e visitatori la possibilità di approfondire la storia dei giubilei, dagli itinerari alla storia delle basiliche patriarcali.

Giotto, «Bonifacio VIII indice il giubileo del 1300» (XIV secolo  San Giovanni in Laterano, Roma)

Il percorso espositivo è arricchito da documenti e materiali prestati per l’occasione dalla Biblioteca Apostolica Vaticana, dal Museo della Zecca dell’Istituto Poligrafico dello Stato e dall’Ufficio Filatelico e Numismatico del Governatorato della Città del Vaticano. Tra gli oggetti in mostra c’è anche un medaglione d’oro contenente polvere e frammenti di foglie di lauro tratte dal sarcofago di Dante, un modo per ricordare la presenza del poeta a Roma nel 1300. Accanto ai circa cinquecento pezzi esposti, sarà possibile consultare — con cinque postazioni informatiche, un sito e una app — oltre 1300 immagini in formato digitale e filmati storici concessi da Rai Teche e dall’Istituto Luce. Il segretario di Stato, il cardinale Pietro Parolin, e il presidente del Senato italiano, Pietro Grasso, inaugureranno la mostra il 15 marzo. L’apertura al pubblico è in programma dal giorno successivo. L’esposizione, a ingresso libero, sarà visitabile fino al 1° maggio.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE