Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Servitori a tutto campo

· Il cardinale Baldisseri a Pisa ·

«Dinanzi a tanta gente bisognosa, che non sa come sbarcare il lunario e che soffre per le ingiustizie, per le paure, gli abbandoni, c’è tanto bisogno di comprensione, di accettazione, di accoglienza, di misericordia e di perdono». 

Lo ha detto il cardinale Lorenzo Balidisseri, segretario generale del Sinodo dei vescovi, celebrando martedì 17 giugno, nella cattedrale di Pisa, la messa per la festa di san Ranieri, patrono della città e dell’arcidiocesi.

Vissuto nel XII secolo, figlio di un ricco mercante pisano, il giovane si trasferì come pellegrino in Terra santa soggiornandovi a lungo nella mortificazione. E il recente viaggio di Papa Francesco negli stessi luoghi ha ispirato al porporato una riflessione soprattutto sull’importanza del Santo sepolcro e del Cenacolo. Il primo, ha ricordato con parole del Pontefice, è «il luogo da cui parte l’annuncio della Risurrezione», che «è il cuore del messaggio cristiano». Il secondo, ha aggiunto, è quello in cui nata la Chiesa missionaria. E «l’appello alla missione che ci viene oggi rivolto — ha commentato attualizzando il discorso — diventa urgenza di servizio alla gente». Dunque «missione per la Chiesa» significa essenzialmente «offrire con le proprie mani l’aiuto a tutti». 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE