Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Seoul invia
medicinali a Pyongyang

· ​Un altro segnale di distensione mentre si conclude la visita di Kim Jong-un in Cina ·

Ancora un significativo segnale di distensione al 38° parallelo, mentre si è conclusa oggi la visita a Pechino — la quarta in meno di un anno — del leader nordcoreano, Kim Jong-un, per colloqui con il presidente cinese, Xi Jinping. Il governo sudcoreano ha deciso che invierà in Corea del Nord circa 200.000 dosi di un farmaco antivirale per il trattamento e la profilassi della influenza e altro materiale sanitario. Lo hanno confermato fonti del ministero dell’unificazione di Seoul. Il valore dei farmaci è di circa 3,2 milioni di dollari. «Il governo stima che i medicinali possano migliorare salute e condizioni mediche del Nord, evitando la diffusione dell’influenza», ha precisato il ministero in una nota. Nella Corea del Nord si sono registrati circa 150.000 casi di influenza tra fine 2017 e inizio 2018. Il carico sarà consegnato entro venerdì sul confine occidentale della città nordcoreana di Kaesong, zona a statuto speciale dove sono presenti delle industrie della Corea del Sud, con lavoratori nordcoreani e sudcoreani. A dicembre, Seoul ha varato il piano sulla donazione del farmaco e di kit per la rilevazione medica, in base all’accordo raggiunto durante il terzo vertice a Pyongyang tra il presidente sudcoreano, Moon Jae-in, e Kim Jong-un, per la lotta congiunta alla diffusione delle malattie. Lo stesso Kim, come detto, ha concluso la quarta missione diplomatica a Pechino. Con Xi, il leader nordcoreano ha discusso di economia, dell’allentamento delle sanzioni decise dalle Nazioni Unite contro Pyongyang e delle strategie in vista del possibile secondo vertice — dopo quello di Singapore del 12 giugno scorso — con il presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Prima di lasciare la Cina, Kim ha visitato un impianto farmaceutico in una zona economica a sviluppo tecnologico della capitale cinese.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE