Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Senza permesso

· ​Sdegno del Wcc per la distruzione di chiese cristiane in Indonesia ·

Sdegno e preoccupazione: sono i sentimenti con cui il segretario generale del World Council of Churches (Wcc), Olav Fykse Tveit, segue l’evolversi della situazione in Indonesia, in particolare nella provincia di Aceh, dove — come riferito dalle agenzie di informazione — le autorità locali hanno avviato la demolizione di una decina di luoghi di culto cristiani ritenuti “illegali”, perché non forniti di Izin Mendirikan Bangunan, il permesso di costruzione. 

Da tempo alcuni gruppi estremisti islamici ne chiedono a gran voce la distruzione e il 13 ottobre hanno rotto gli indugi attaccando due chiese, bruciandone una e scatenando l’esodo di centinaia di famiglie cristiane, a seguito di scontri che hanno provocato due morti e numerosi feriti.

In una lettera indirizzata ai responsabili della Indonesian Christian Church (il vescovo Pahala Hutabarat e il segretario generale Batara Sihombing), l’esponente del Wcc esprime «solidarietà» e profonda preoccupazione «per la sicurezza di migliaia di cristiani» che, viene ricordato, rimangono in pericolo. «I recenti attacchi contro chiese e comunità cristiane sono deplorevoli», scrive Fykse Tveit, per il quale tutto ciò «manifesta le sfide e le lotte dei cristiani in Indonesia, in particolare nel distretto di Singkil, ad Aceh, che si sforzano di essere fedeli testimoni del Vangelo di Gesù Cristo». Il Consiglio ecumenico delle Chiese dunque — ribadisce il suo segretario generale — «condanna tali violenze, contro persone e comunità, fondate solo sull’identità religiosa, e invita il Governo indonesiano ad agire rapidamente per assicurare i responsabili alla giustizia». In tal senso, il Wcc conferma il proprio sostegno alla recente iniziativa della Communion of Churches in Indonesia, che ha invitato il Governo locale a «garantire la libertà di culto per tutti i gruppi religiosi e a fermare la demolizione delle chiese».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE