Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Senza muri

· Messa del cardinale Sandri per la Bethlehem University ·

Nessun «muro di divisione» ostacoli l’impegno a fare della terra dove è nato Gesù una «casa della pace». Più che un auspicio è un vero e proprio appello quello che il cardinale Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione per le Chiese orientali, ha affidato ai rappresentanti della Bethlehem University durante la messa celebrata giovedì pomeriggio, 26 giugno, presso la casa generalizia dei Fratelli delle scuole cristiane (Lasalliani).

Richiamando l’importanza dell’«opera di alta carità cristiana» svolta dall’istituzione accademica, che celebra quest’anno il quarantesimo anniversario della fondazione, il porporato l’ha definita come «uno segni certi — in una zona del mondo dove le divisioni, i conflitti e le violenze sembrano avere il sopravvento — che aiuta i giovani a “non farsi rubare la speranza”, come spesso ripete Papa Francesco». Una missione testimoniata dalla «capacità di vivere riconciliati tra noi, aggiungendo ogni giorno, a partire dalle proprie scelte personali nel lavoro, nella vita famigliare e sociale, un piccolo mattone per l’edificazione della “casa della pace”, ove senza alcun muro di divisione si possa vivere tra fratelli».

Alla celebrazione erano presenti, in particolare, i membri del consiglio di amministrazione della Bethlehem University, alcuni dei quali hanno preso parte all’udienza generale di mercoledì scorso, durante la quale Papa Francesco ha manifestato «particolare riconoscenza per la lodevole attività accademica svolta a favore del popolo palestinese». 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 luglio 2019

NOTIZIE CORRELATE