Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Senza esclusione di colpi

· Nuova escalation di violenze nella Striscia di Gaza ·

La nuova pressione diplomatica egiziana non piega l’intensità del conflitto nella Striscia di Gaza. Israele e Hamas continuano a fronteggiarsi, con raid aerei e lanci di razzi. Senza esclusione di colpi.

Palestinesi tra le macerie causate dai bombardamenti a Gaza (Afp)

Questa mattina si è assistito a una nuova escalation delle violenze. Due palestinesi sono morti in un’incursione aerea israeliana sulla Striscia, avvenuta dopo il lancio di razzi palestinesi. Secondo quanto reso noto dalle forze armate, nella notte sono state effettuate quindici incursioni, mentre Hamas ha annunciato di aver lanciato cinque razzi, uno dei quali è stato intercettato su Tel Aviv dal sistema di difesa missilistico.

Intanto, si rincorrono le voci di una possibile tregua. In serata una fonte egiziana ha detto dal Cairo: «Ci stiamo avvicinando all’annuncio di un cessate il fuoco». Mentre un membro della delegazione negoziale palestinese ha confermato che, pur non essendo stato «ancora raggiunto un accordo», «il cessate il fuoco è vicino».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 gennaio 2020

NOTIZIE CORRELATE