Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Sempre più bambini poveri
negli Stati Uniti

Sedici milioni di bambini negli Stati Uniti lo scorso anno vivevano grazie ai buoni pasto dell’Amministrazione, i food stamps, all’incirca uno su cinque. A denunciarlo è un sondaggio dell’ente governativo Us Census sulle famiglie americane. La proiezione dimostra che prima della crisi erano invece uno su otto a ricevere assistenza federale per l’alimentazione. Per gli osservatori, la statistica è il triste riflesso del fatto che la ripresa riguarda molto poco i poveri. E mentre l’un per cento della popolazione statunitense è sempre più ricco, molte famiglie continuano a lottare per avere cibo in tavola. Secondo il gruppo Children’s Defense Fund, un ente di ricerca in difesa dei bambini, gli Stati Uniti hanno il secondo tasso di povertà infantile tra i 35 Paesi industrializzati: circa 15 milioni di bimbi vivono al di sotto della soglia di povertà (rappresentata da un reddito di circa 24 mila dollari per una famiglia di quattro persone). Negli Stati Uniti — riferisce sempre il Children’s Defense Fund — i bambini hanno una probabilità del venti per cento di essere poveri e i piccoli di colore hanno il doppio delle probabilità di essere poveri rispetto ai coetanei bianchi.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE