Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Superstiti
nell’hotel travolto dalla neve

· Continuano le operazioni di soccorso in Abruzzo alla ricerca degli altri dispersi ·

Roma, 20. Sei persone sono state trovate vive tra le macerie dell’hotel Rigopiano, a Farindola, nel pescarese, travolto mercoledì da una slavina provocata presumibilmente dalle forti scosse di terremoto verificatesi poche ore prima. Due sono già state recuperate. Sarebbero la moglie e uno dei figli, il maschio, di Gianpiero Parete, l’uomo salvatosi per caso con un’altra pesona e che aveva dato l’allarme. Sono statati già trasferiti in elicottero all’ospedale di Pescara e le loro condizioni sarebbero sostanzialmente buone considerate le 42 ore trascorse dalla sciagura.

Il primo contatto con i superstiti, che si trovavano nella cucina della struttura, c’è stato dopo le 11 di questa mattina, e il salvataggio è stato condotto con due interventi diversi. Ora, dopo questo salvataggio, la speranza di trovare in vita altre persone sono aumentate.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE