Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Sei santi il prossimo 23 novembre

· Il Papa ha tenuto il Concistoro ordinario pubblico per il voto su alcune cause di canonizzazione ·

Papa Francesco ha tenuto, nella mattina di giovedì 12 giugno, il Concistoro ordinario pubblico per la canonizzazione di sei beati. 

Si tratta di Giovanni Antonio Farina, vescovo di Vicenza, fondatore delle Suore Maestre di Santa Dorotea Figlie dei Sacri Cuori; Kuriakose Elias Chavara della Sacra Famiglia, sacerdote, fondatore della Congregazione dei Carmelitani di Maria Immacolata; Ludovico da Casoria, sacerdote professo dell’Ordine dei Frati Minori, fondatore della Congregazione delle Suore Francescane Elisabettine, dette “Bigie”; Nicola da Longobardi, oblato professo dell’Ordine dei Minimi; Eufrasia Eluvathingal del Sacro Cuore, della Congregazione delle Suore della Madre del Carmelo; Amato Ronconi, del Terzo Ordine di San Francesco, fondatore dell’Ospedale dei Poveri Pellegrini in Saludecio, ora «Casa di Riposo Opera Pia Beato Amato Ronconi». La data stabilita per la canonizzazione è il 23 novembre 2014, Solennità di Cristo Re dell’Universo.

Durante il Concistoro, il cardinale Jean-Louis Tauran, protodiacono di Sant’Apollinare alle Terme Neroniane-Alessandrine, è passato all’ordine dei presbiteri; Francesco gli ha concesso di mantenere la diaconia elevata pro hac vice a titolo presbiterale. Anche i cardinali Julián Herranz, diacono di Sant’Eugenio, Javier Lozano Barragán, diacono di San Michele Arcangelo, Attilio Nicora, diacono di San Filippo Neri in Eurosia, Georges Marie Martin Cottier, diacono dei Santi Domenico e Sisto, hanno chiesto di poter passare all’ordine presbiterale. L'arcivescovo Ilson de Jesus Montanari, segretario della Congregazione per i Vescovi e segretario del Collegio Cardinalizio, ha presentato al Papa la stessa richiesta a nome del cardinale assente Francesco Marchisano, diacono di Santa Lucia del Gonfalone. Papa Francesco ha concesso ai cardinali Herranz, Nicora, Cottier e Marchisano di mantenere le rispettive diaconie elevate pro hac vice a titolo presbiterale, e ha invece assegnato al cardinale Lozano Barragán il nuovo titolo presbiterale di Santa Dorotea. Infine il Papa ha confermato il cardinale Renato Raffaele Martino, della diaconia di San Francesco di Paola ai Monti, nella carica di protodiacono, lasciata libera dall’opzione del cardinale Tauran.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Udienza Ai Partecipanti Conferenza Su Persona E Autismo

22 novembre 2014

Prossimi eventi

NOTIZIE CORRELATE