Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Se i reali
tornano di moda

· La monarchia britannica nel cinema nell’ultimo decennio ·

Difficile non pensare che per la figura di Giorgio VI negli ultimi anni sia nata una vera e propria moda. Ora sono infatti almeno tre i film che in pochi anni l’hanno tratteggiata da varie angolazioni. In Una notte con la regina il suo personaggio è un comprimario di lusso, ma ne Il discorso del re, anche grazie alla grande interpretazione di Colin Firth, il ritratto è ben più complesso, nonché rappresentativo di un’epoca storica. 

Colin Firth interpreta Giorgio VI nel film «Il discorso del re»

I suoi noti problemi di balbuzie diventano il sintomo di una corona ricevuta improvvisamente e dapprima controvoglia. Mentre il suo lungo processo di guarigione dai risvolti anche psicanalitici è il simbolo di un’Europa che cerca in se stessa la forza di liberarsi dall’oppressione nazista. Lo scrive Emilio Ranzato aggiungendo che in A royal weekend (Roger Michell, 2012), invece, la presenza del re è in gran parte strumentale, perché serve a far emergere per contrasto la personalità disinvolta ma in fondo altrettanto tormentata del presidente americano Roosevelt, vero protagonista del film. La produzione è però britannica, e mantiene dunque un occhio di riguardo per il monarca, raccontando una presa di coscienza di sé e del proprio ruolo sulla falsariga del film di Hooper. Al di là di come sono andate davvero le cose, l’incontro fra i due sul grande schermo non riserva molte sorprese, ma la soluzione del loro rapporto in direzione di una posizione un po’ paternalistica di Roosevelt, ben accettata dall’altro, serve a sintetizzare i rapporti dell’epoca fra Stati Uniti e Regno Unito, e più in generale la tipica e fisiologica irriverenza di un’ex colonia nei confronti di quella che era la madre patria.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 agosto 2018

NOTIZIE CORRELATE