Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Scegliere tra Marta e Maria

· Una teologa cattolica e una pastora luterana rileggono le figure del Vangelo ·

"Chi è migliore fra Marta e Maria? Le sorelle sono veramente in concorrenza per ottenere l’approvazione di Gesù? Sono domande, queste – scrive Lucetta Scaraffia – che si fa chiunque ascolti o legga il vangelo di Luca.

Otto Mueller«Due sorelle» (1920, particolare)

Nel volume Donne in concorrenza? (Bose, Qiqajon, 2014, pagine 162, euro 16) Pierrette Daviau, teologa cattolica, ed Élisabeth Parmentier, pastora luterana, hanno affrontato insieme questo episodio per capire quale deve essere oggi l’atteggiamento del lettore della Bibbia. E quello dell’esegeta".

Ripercorse le varie interpretazioni che si sono susseguite nel tempo, "le autrici concludono che l’esistenza di differenti chiavi di lettura - sempre che non trascurino l’essenziale, da tutti individuato nella relazione con Dio - permette di riconoscere la complessità dei problemi e della mentalità di chi li percepisce, senza considerare la propria prospettiva come l’unica autentica". Si cita, tra gli altri, Karlsen Seim, teologa protestante, che sottolinea come lo spazio in cui si svolge l’azione è la casa, "spazio tradizionalmente femminile, che però non è più uno spazio solamente privato, dal momento che diventa, in quanto comunitario e cultuale, un luogo sovversivo dove si svolge la vita dei credenti. Il vero luogo di edificazione della vita cristiana è insomma l’interno delle case. E questo non può che influire sul ruolo delle donne. Si tratta di una interpretazione del ruolo femminile nella Chiesa molto vicino a quello che dà Papa Francesco".

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

23 maggio 2019

NOTIZIE CORRELATE