Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Se a vincere sarà l’Honduras

· Il cardinale Rodríguez Mariadiaga sulle elezioni del 24 novembre ·

Un invito a vincere  paure e resistenze e a recarsi in massa alle urne per le elezioni generali del 24 novembre è stato rivolto al popolo honduregno dal cardinale arcivescovo di Tegucigalpa, Óscar Andrés Rodríguez Mariadiaga. Nel corso dell’ultima omelia domenicale, il porporato ha ribadito la posizione della Chiesa locale, che anche recentemente ha  sollecitato una partecipazione attiva della popolazione alla vita  politica incoraggiando un esercizio della democrazia privo di pressioni e minacce.
In questo senso, va letta la raccomandazione a usare «il cuore e la coscienza» al momento del voto che determinerà chi governerà il Paese dal 2014 al 2018. «Non dobbiamo avere paura perché Dio è con noi. C’è molta gente che dice che non uscirà di casa il giorno delle elezioni. Ma di cosa dobbiamo avere paura? Chi deve avere paura sono i cattivi, perché arriverà il giorno della giustizia».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE