Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Scossa per l’Europa

· Organizzazioni cristiane in vista delle elezioni di maggio ·

«Il progetto di integrazione europea rimane l’unica possibile salvezza del vecchio continente, nella stagione della globalizzazione e della crisi della politica moderna, a fronte del rischio di invecchiamento e di impoverimento della società europea» e a quello di «marginalizzazione economica e politica internazionale dei vecchi Stati e dei popoli dell’Europa».

È quanto afferma la rete C3Dem, organismo composto da una rete di 23 associazioni di ispirazione cattolica che, in vista delle elezioni di maggio, pubblica un documento intitolato «L’Europa nostra patria: un rinnovato progetto di buona politica comune».

Il documento invita a «prendere sul serio» le elezioni perché «la posta in gioco» è «alta e significativa». I risultati elettorali sono ritenuti importanti per possibili sviluppi su tre fronti diversi: «superare l’austerità» anche mediante un rafforzamento della governance economica comune; «rilanciare il modello sociale europeo»; «affermare un nuovo protagonismo europeo nel mondo». Quindi si afferma: «L’Europa è irriducibilmente plurale e non può emergere unitariamente che come un progetto in cui le diversità si mettono assieme. Questo comporta anche sul piano religioso, che ci sta particolarmente a cuore, pensare l’Europa come frutto dell’eredità di grandi religioni, in primo luogo naturalmente il cristianesimo, ma anche come costruzione segnata intimamente dalla laicità» intesa «come metodo di convivenza alta e feconda, nella fraternità e nel dialogo, tra religioni, filosofie, convinzioni diverse».

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

16 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE