Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Sarkozy frena il Front National

· L’alleanza tra Ump e Udi in testa nelle elezioni amministrative francesi ·

Il primo turno delle elezioni amministrative francesi segna a sorpresa l’affermazione dell’Unione per un Movimento Popolare (Ump) dell’ex presidente Nicolas Sarkozy, che, alleato con il partito di centro Unione dei democratici e indipendenti (Udi), frena l’avanzata dell’estrema destra del Front National (Fn). I socialisti del presidente Hollande, al Governo del Paese, ottengono il terzo posto.

Il leader dell’Ump Nicolas Sarkozy (Afp)

Secondo i dati quasi definitivi del voto dipartimentale, l’Ump-Udi ha ottenuto il 29 per cento dei voti, il Front National di Marine Le Pen il 25 per cento, seguito dai socialisti con il 21,1. Secondo il Ministero degli Interni, sono stati eletti al primo turno 220 candidati della destra, 56 candidati della sinistra, otto del Front National e sei di altre formazioni politiche. L’astensione dalle urne ha toccato il 49,82 per cento degli elettori.

Il Front National, che i sondaggi della vigilia davano ancora più favorito, si qualifica per il secondo turno in un cantone su due ma non ottiene l’exploit tanto atteso.

La sinistra — dicono gli analisti — evita il crollo ma deve preoccuparsi di una pesante sconfitta, non soltanto nelle cifre ma anche politica. Non è riuscita a compattarsi e ne ha pagato le conseguenze. Il Partito Socialista di Hollande, che alle europee dell’anno scorso aveva raggiunto il minimo storico del 14 per cento, ottiene il 21 per cento, ma pesano le sue spaccature anche a livello locale con il Front de Gauche e con i Verdi.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

15 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE