Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Sanguinoso attentato
in Nigeria

· Almeno dieci morti in un mercato ·

Un doppio attentato alla periferia di Maiduguri, nel nord est della Nigeria, ha provocato ieri almeno dieci morti e decine di feriti. L’attacco, avvenuto nella principale città dello stato del Borno, secondo alcune fonti sarebbe stato sferrato dal gruppo terroristico islamista Boko Haram, molto attivo in questa area. I servizi di sicurezza hanno riferito che due kamikaze si sono fatti esplodere in un mercato di Muna Garage, zona che ospita un grande campo di sfollati che è frequente obiettivo degli assalti dei terroristi. Al momento non c’è stata alcuna rivendicazione.

Secondo Ibrahim Liman, membro della task force civile che collabora con le forze di sicurezza nella lotta agli jihadisti di Boko Haram, a farsi esplodere sarebbero state delle bambine, due o quattro, costrette dai terroristi al gesto suicida. Dal 2009, decine di migliaia di civili sono morti per mano dei fondamentalisti e le Nazioni Unite stimano che circa 2,7 milioni di persone nella regione abbiano dovuto abbandonare le proprie case a causa degli attacchi di Boko Haram.

La tensione nel paese è tesa anche in altre zone e ieri il gruppo armato Niger Delta Avengers ha annunciato che «tra qualche giorno» intende lanciare una nuova campagna di attacchi violenti contro le compagnie petrolifere. Nel 2016 almeno 17 attacchi sferrati da questo gruppo armato furono responsabili del crollo della produzione petrolifera della Nigeria, che a sua volta ha contribuito a far precipitare il paese africano in recessione.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE