Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Sanguinosa offensiva di Boko Haram

· Centinaia di vittime in attacchi a villaggi nel Borno ·

Boko Haram, il gruppo islamista responsabile dell’uccisione di migliaia di civili nel nord-est della Nigeria, controlla sette villaggi nello Stato di Borno, dopo una serie di attacchi che hanno causato un numero ancora imprecisato, ma comunque altissimo di vittime.

Personale della Croce Rossa a Jos dopo un recente attacco di Boko Haram (La Presse/Ap)

«Gli uomini di Boko Haram hanno innalzato la bandiera del gruppo su almeno sette villaggi della zona. Aerei militari hanno già bombardato contro le loro posizioni per cercare di riguadagnare terreno», ha detto Peter Biye, un deputato locale al Parlamento federale di Abuja, all’emittente britannica Bbc. «Stiamo ancora contando le vittime» ha aggiunto Biye.

Negli ultimi due giorni si era avuta notizia di attacchi e saccheggi nei villaggi di Goshe, Agapalwa, Aganjara e Attagara, che avevano lasciato sul terreno più di un centinaio di morti. Abba Goni, un abitante di Goshe citato da alcune agenzie di stampa internazionali, ha dichiarato che solo nel suo villaggio sono state uccise almeno cento persone. Ad Attagara, assalitori armati hanno dato alle fiamme due chiese. Secondo quanto dichiarato da fonti locali, i miliziani che hanno attaccato la chiesa indossavano le divise dell’esercito nigeriano, il che non costituirebbe un precedente per Boko Haram, che a simili travestimenti ha più volte fatto ricorso in passato. «Sono arrivati in massa a bordo di duecento motociclette, hanno detto che erano lì per proteggere i civili, invece li hanno fatti radunare davanti alla chiesa, li hanno circondati e hanno sparato», ha raccontato il corrispondente della Bbc.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 febbraio 2020

NOTIZIE CORRELATE