Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Sampietrini smart

· Un modo nuovo di affrontare il percorso delle Sette chiese ·

Il Giubileo straordinario della Misericordia ha dato spunto a molti progetti legati ai temi sacri e a quello dei grandi pellegrinaggi che accompagnano gli eventi religiosi di questa portata. 

Antoine Lafréry, «Le sette chiese di Roma» (1575)

Tra le tesi di laurea in Architettura presentate nella sessione primaverile all’università La Sapienza di Roma, di particolare interesse è stata quella presentata da Gianmarco Fornara, il quale si è posto come obiettivo quello di riproporre uno dei percorsi religiosi più tradizionali e antichi di Roma, quello delle Sette Chiese, rendendolo leggibile attraverso l'inserimento nella pavimentazione storica della città di elementi tecnologici multifunzionali (“sampietrini intelligenti”). L’itinerario studiato riprende, ove possibile, il tracciato originario di san Filippo Neri, integrandosi con la rete della metropolitana e con un nuovo collegamento fluviale lungo il Tevere.

I Sampietrini intelligenti sono pensati e progettati in modo da poter essere installati facilmente e in tempi molto rapidi, andando a sostituire un singolo blocchetto di pietra nella pavimentazione e ad assicurarsi al sottofondo stradale per impedirne la facile rimozione. Ogni elemento è dotato di cellule fotovoltaiche e batterie, in modo da accumulare energia solare durante il giorno, e di un sensore crepuscolare, che gli consenta di accendersi e spengersi assecondando le condizioni di luce ambientali. I Sampietrini intelligenti diventano quindi parte dello scenario urbano notturno delle strade e delle piazze in cui vengono installati: lungo il percorso ogni elemento è sempre ben visibile rispetto agli altri, ogni “briciola” è collocata in continuità visiva rispetto alla precedente.

di Giampaolo Imbrighi

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 novembre 2018

NOTIZIE CORRELATE