Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Salvare vite umane
dà prestigio all’Italia

· ​Le parole del capo dello Stato mentre i vescovi del Lazio scrivono ai fedeli denunciando germi di intolleranza e di razzismo ·

«Il salvataggio di vite umane, in questi anni con molta intensità, ha reso prestigio al nostro paese». Sono parole rivolte ieri dal presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella, ai membri della Marina militare in occasione della festa del corpo. «L’Italia è collocata dentro il mare e la sua dimensione marittima è ineliminabile», ha affermato il capo dello Stato. E ha sottolineato: «L’azione della Marina è fondamentale: è l’azione che garantisce la sicurezza del nostro paese, dei suoi mari e delle sue coste sotto ogni profilo: in generale, della libertà di navigazione e dei commerci, delle infrastrutture». E, ha aggiunto, assicura il «mantenimento della pace».
Il capo dello Stato ha ringraziato anche la Guardia costiera, il cui intervento è fondamentale «per il nostro mare e sul nostro mare» ma lo è «anche lontano». Mattarella ha sottolineato l’importanza dall’Operazione Atalanta, che «ha recato all’Italia un grande prestigio in sede internazionale». Il riferimento è all’operazione diplomatico-militare dell’Unione europea che ha lo scopo di reprimere la pirateria marittima lungo le coste della Somalia e di proteggere le navi mercantili che transitano tra il Mar Rosso, il Golfo di Aden e l’Oceano Indiano.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE