Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

In Russia
la sfida dei Paesi emergenti

· ​Entro il 2015 i primi finanziamenti della nuova Banca per lo sviluppo dei Brics ·

Vertice a Ufa dei cinque Paesi del Brics (Reuters)

Il presidente sudafricano, Jacob Zuma, è stato il primo tra i leader dei Brics (Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa) e dell’Organizzazione di Shanghai per la cooperazione (Sco) ad arrivare a Ufa, capitale della Repubblica di Baschiria — 1567 chilometri da Mosca — dove oggi si apre il doppio summit delle due organizzazioni, presiedute entrambe dalla Russia, che con l’evento punta a ribadire che la crisi ucraina l’ha tutt’altro che isolata. A Ufa non sono stati invitati né gli Stati Uniti né l’Unione europea.

Zuma è arrivato ieri sera, mentre questa mattina è atterrato il presidente del Tadjikistan, Emomali Rahmon, membro della Sco. Gli altri rappresentanti dei Brics — il presidente cinese, Xi Jinping, il premier indiano Narendra Modi (che arriva da Astana, dove ha incontrato il capo di Stato del Kazakhstan, Nursultan Nazarbayev, firmando 26 progetti di cooperazione) e la presidente brasiliana, Dilma Rousseff — sono attesi in giornata. Per tutti, il primo appuntamento è in serata la cena informale dei Brics, offerta dal presidente russo Vladimir Putin. Ma i lavori inizieranno già nel pomeriggio con gli incontri bilaterali, tra cui il più atteso è quello tra Xi e il leader del Cremlino, il quale sempre oggi vedrà anche Modi, Rahmon, Zuma e il presidente bielorusso, Aleksandr Lukashenko. Insieme a Russia, Kazakhstan e Armenia, la Bielorussia fa parte dell’Unione economica eurasiatica, altra organizzazione chiamata a partecipare ai vertici di Ufa. 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE