Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Rousseff presenta ricorso

· ​Per bloccare il voto al Senato sull’avvio della procedura di impeachment ·

l presidente brasiliano Rousseff interviene durante una conferenza a Brasilia (Ap)

E' previsto per domani, giovedì, il voto del Senato brasiliano sull’avvio della procedura di impeachment per il presidente Dilma Rousseff. Nel tentativo di bloccare il voto, il capo dello Stato ha presentato ieri un ricorso alla Corte suprema. Rousseff ha definito l’apertura della procedura di impeachment un «abuso di potere» da parte dell’ex presidente della Camera, Eduardo Cunha, che la Corte suprema ha sospeso venerdì scorso con l’accusa di ostacolare le indagini a suo carico nell’ambito dello scandalo Petrobras. Il ricorso è l’ultimo di una serie di colpi di scena, dopo lo scontro senza precedenti tra Senato e Camera, con la decisione del presidente del Senato, Renan Calheiros, di approvare l'avvio della votazione nonostante i dubbi sollevati dal presidente ad interim della Camera, Waldir Maranhão. Se il voto al Senato sarà favorevole e l’impeachment partirà, Rousseff dovrà abbandonare il palazzo presidenziale del Planalto per i tre mesi di durata del processo. In attesa del voto, la tensione in tutto il Paese resta altissima. Manifestazioni pro e contro l’impeachment per Rousseff si sono svolte ieri in tutte le maggiori città.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

15 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE