Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Non rassegnarsi al degrado

· Per l’Immacolata l’omaggio di Papa Francesco a Santa Maria Maggiore, in piazza di Spagna e a Sant’Andrea delle Fratte ·

Una preghiera a Maria affinché aiuti Roma «a sviluppare gli “anticorpi” contro alcuni virus dei nostri tempi» come «l’indifferenza, la maleducazione civica, la paura del diverso e dello straniero, il conformismo travestito da trasgressione, l’ipocrisia, lo sfruttamento» e soprattutto «la rassegnazione al degrado» è stata elevata dal Papa nel pomeriggio di venerdì 8 dicembre in occasione del tradizionale omaggio all’Immacolata in piazza di Spagna. Davanti alla colonna mariana il Pontefice ha invocato la Vergine affinché aiuti tutti i cristiani «a respingere questi virus con gli anticorpi che vengono del Vangelo». Dopo aver ricordato che si è trattato della quinto pellegrinaggio «come vescovo di Roma», il Papa ha ringraziato la Madre «per la premura con cui» accompagna «il cammino delle famiglie, delle parrocchie, delle comunità religiose» e «di quanti ogni giorno attraversano» la città «per andare al lavoro», così come «dei malati, degli anziani, di tutti i poveri, di tante persone immigrate qui da terre di guerra e di fame». In precedenza, all’Angelus di mezzogiorno in piazza San Pietro, il Pontefice aveva spiegato «cosa vuol dire piena di grazia».

L’Angelus  

La preghiera ai piedi della colonna dell’Immacolata 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

17 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE