Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Fame e pane buttato

· Le Acli per la giornata contro lo spreco alimentare ·

A Roma 114.819 persone, cioè il 4 per cento della popolazione, e altri 200.934, il 7 per cento, mangiano in maniera adeguata solo ogni due giorni. Eppure nella Capitale ogni giorno vengono sprecate venti tonnellate di pane, circa il un decimo della produzione totale. 

Sono i dati forniti dalle Associazioni cristiane lavoratori italiani (Acli) in occasione della seconda giornata di prevenzione contro lo spreco alimentare che si celebra oggi in Italia. Per fronteggiare questa situazione, le Acli stanno cercando di ampliare il loro progetto «Il pane a chi serve». Grazie al lavoro quotidiano dei propri operatori, le Acli recuperano il pane “del giorno prima”, ancora buono, ma spesso destinato allo spreco, e lo mettono a disposizione di associazioni e reti di solidarietà che si occupano di contrasto delle povertà. Il progetto raccoglie e ridistribuisce a regime circa una tonnellata di pane a settimana con il coinvolgimento di quindici panifici. A beneficiarne sono le persone assistite da oltre sessanta associazioni.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

18 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE