Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Risposte globali
per l’immigrazione

· Merkel e Obama annunciano un summit mondiale sull’emergenza mentre in Europa la situazione si fa sempre più drammatica ·

L’immigrazione è un dramma globale che necessita di risposte globali. Con questa convinzione il presidente statunitense, Barack Obama, e il cancelliere tedesco, Angela Merkel, hanno concordato di organizzare entro la fine dell’anno un vertice mondiale sull’emergenza migranti.

Il vertice si terrà probabilmente nel corso dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York. L’iniziativa è stata discussa ieri nel corso di un colloquio telefonico tra i due leader. Obama — sottolinea la Casa Bianca — ha elogiato la leadership di Merkel nella gestione degli arrivi e ha parlato anche di piani di sostegno. In Europa, intanto, si continua a discutere della tenuta del sistema Schenghen. La Commissione Ue ha comunicato ieri che in caso il flusso di arrivi si facesse in futuro tale da costituire «una minaccia sistemica e persistente» alle frontiere, si potrebbe prendere in considerazione la sospensione dell’accordo di Schenghen per un periodo di circa due anni. La situazione sul campo resta drammatica. È salito a 34 morti il bilancio del naufragio di un barcone davanti all’isola greca di Kalolimnos. Nel complesso, in due distinti naufragi davanti alle coste greche hanno perso oggi la vita 41 persone. Non è che l’ultimo episodio di un’autentica ecatombe in mare che dura ormai da oltre un anno.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

20 marzo 2019

NOTIZIE CORRELATE