Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Riscoprire insieme Maria

· ​Pellegrinaggio ecumenico al santuario di Nostra Signora di Walsingham ·

Andare a visitare e sostare in preghiera, insieme, cristiani di tradizione diversa, nei luoghi dove la Vergine Maria è stata amata e onorata per secoli come la Madre di Dio: questo è lo spirito che ha guidato, anche quest’anno, l’annuale pellegrinaggio ecumenico mariano che si è svolto nei giorni scorsi a Walsingham, nella contea del Norfolk, in Inghilterra. L’iniziativa, organizzata dall’Ecumenical Marian Pilgrimage Trust, con il sostegno della Catholic League, della Ecumenical Society of the Blessed Virgin Mary, del Fellowship of St. Alban and St. Sergius e della Society of St. John Chrysostom, costituisce, ormai da alcuni anni, una tappa del cammino ecumenico che coinvolge, a livelli molto diversi, cristiani che vivono in Gran Bretagna. Il pellegrinaggio viene organizzato con forme che ogni anno cercano di recepire istanze e sensibilità diverse, sempre però con lo scopo di trovare un tempo di preghiera condiviso, nel quale rendere grazie per i passi ecumenici compiuti negli ultimi decenni che hanno consentito di abbandonare una lunga stagione nella quale era impensabile trovarsi insieme a pregare la Madre di Dio.

Proprio la comune riflessione ecumenica su Maria ha costituito il punto di partenza di questa esperienza che si è alimentata dal dialogo ecumenico e al tempo stesso alimenta la riflessione teologica a partire dall’ascolto della parola di Dio. Quest’anno il pellegrinaggio mariano è stato pensato in una forma residenziale, cioè a Walshingam, il piccolo paese del Norfolk, dove viene ricordata l’apparizione della Madonna, in sogno, alla nobildonna inglese Richeldis de Faverches nell’XI secolo; a Walsingham, considerata la Loreto d’Inghilterra, ci sono due santuari, uno cattolico e uno anglicano, che sono copia di quello dove i cristiani inglesi hanno pregato per secoli fino a quando Enrico viii decise di distruggere il santuario. Il pellegrinaggio ecumenico mariano a Walsingham è stato organizzato per consentire ai pellegrini di condividere esperienze diverse nei due santuari che sono diventati, da qualche anno, luogo di riconciliazione ecumenica.

di Riccardo Burigana

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

14 dicembre 2019

NOTIZIE CORRELATE