Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​A rischio
il Rio delle Amazzoni

· Per uno sversamento di bitume nell’affluente Rio Negro ·

Rio Negro

Si lavora contro il tempo nello stato di Amazonas, nel nord del Brasile, per evitare un grave disastro ambientale. L’Istituto per la protezione dell’ambiente dell’Amazzonia (Ipaam) ha denunciato la compagnia brasiliana Transbetume commercio e trasporto per aver scaricato dalle sue strutture 24.000 litri di un derivato del petrolio nel Rio Negro, affluente del Rio delle Amazzoni. Secondo l’istituto, la compagnia, «formalmente responsabile per il danno», non ha ancora adottato le misure idonee a contenere l’inquinamento del fiume. Sono intervenuti, invece, esperti dello stesso Ipaam per ripulire l’area interessata e soprattutto cercare di impedire che la chiazza di bitume si diffonda a valle fino a raggiungere il Rio delle Amazzoni.

I 24.000 litri di emulsione bituminosa sono fuoriusciti da un camion cisterna vicino al porto di San Raimundo, nella zona occidentale di Manaus. Il direttore dell’Ipaam, Hermogenes Rabelo, ha spiegato che «qualcuno ha aperto la valvola di sicurezza e il materiale è finito in un canale pluviale che sfocia nel Rio Negro, compromettendo seriamente la foresta e l’acqua del fiume». Sembra che l’apertura della valvola possa essere stata provocata da presunti ladri che avevano intenzione di rubare il contenuto del tir. 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE