Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Rischio fame a Mogadiscio

· L'Onu denuncia l'aggravarsi della crisi alimentare ·

La Somalia, segnata e logorata da un annoso conflitto, rischia nuovamente di ripiombare in una grave crisi alimentare che va a investire anzitutto Mogadiscio e le zone limitrofe: l’allarme in merito, riferisce la France Presse, è stato lanciato dalle Nazioni Unite.

Bambini a Mogadiscio

In un dossier dedicato alla situazione nel Paese, si fa riferimento alle sempre più scarse piogge, dato questo certo che non aiuta ad affrontare il cronico problema della siccità. E di questo scenario risentono, e non poco, gli aiuti umanitari, che rischiano di non trovare accesso soprattutto nelle zone più impervie dove molte persone hanno trovato rifugio dalle violenze, in particolare quelle scatenate da Al Shabaab. Ed è anche in queste zone che, sottolineano funzionari delle Nazioni Unite, che si riscontra una forte carestia che rischia di aggravarsi se non verranno prese tempestive e adeguate contromisure. 

Ad aggravare la situazione concorre poi la vertiginosa crescita dei prezzi dei beni alimentari, registratasi in quest’ultimo periodo: ciò, ovviamente, va a gravare su un’emergenza già molto acuta. E in un comunicato diffuso dall’Unità di analisi per la sicurezza alimentare e la nutrizione (delle Nazioni Unite) si sottolinea che in questo scenario cresce sensibilmente il rischio che il fenomeno della malnutrizione, che colpisce anzitutto i bambini, possa assumere dimensioni drammatiche.  

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

15 ottobre 2019

NOTIZIE CORRELATE