Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Risale la tensione in Ucraina

· Mosca accusa Kiev di violare gli accordi di Ginevra ·

Torna pericolosamente a salire la tensione in Ucraina legata alla crisi per lo stallo dell’accordo di pace di Ginevra e le reciproche contestazioni tra Russia e Occidente sulla sua mancata applicazione.

Mosca ha infatti accusato Kiev di «violare grossolanamente» l’intesa, raggiunta nei giorni scorsi nella città svizzera grazie alla mediazione di Stati Uniti e Unione europea. «Le autorità di Kiev non stanno facendo nulla per eliminare le cause di questa crisi profonda», ha denunciato il capo della diplomazia russa, Serghiei Lavrov, accusando il Governo ucraino di intraprendere «passi in grossolana violazione degli accordi di Ginevra», in particolare della prima clausola, che invita a prevenire qualsiasi forma di violenza.

Un concetto che Lavrov ha poi ribadito in una telefonata al segretario di Stato americano, John Kerry, invitato ad agire su Kiev per «evitare un conflitto sanguinoso» e attuare gli impegni presi a Ginevra. 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 novembre 2019

NOTIZIE CORRELATE