Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Trenta vittime dei talebani

· Ripetuti attacchi in Afghanistan ·

Esercitazioni della polizia afghana  a Kandahar (Epa)

Non si fermano in Afghanistan le violenze perpetrate dai talebani. Un commando di jihadisti ha attaccato la notte scorsa un posto di blocco presidiato da miliziani filogovernativi nella provincia di Sar-i-Pul, in uno scontro che ha provocato almeno 14 morti. Lo riferisce l’emittente televisiva 1TvNews. Zabihullah Ahmani, portavoce del governo provinciale, ha precisato che i talebani hanno attaccato il posto di controllo nel distretto di Sancharak, uccidendo undici miliziani, ma subendo la perdita di quattro militanti, fra cui un comandante. Poche ore prima, nella provincia centro-orientale di Ghazni, un altro commando talebano ha assaltato un check-point nel distretto di Jaghatu. Al riguardo un portavoce governativo ha fornito un bilancio di quattro miliziani filogovernativi e sette insorti morti. Un comandante talebano, figura chiave nella provincia di Herat, Nasrullah Badghisi, e sei suoi militanti, sono invece rimasti uccisi durante uno scontro a fuoco con la milizia locale. Lo ha riferito l’ufficio stampa del governatorato locale di Herat.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

26 settembre 2018

NOTIZIE CORRELATE