Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

​Rinnovare il progetto europeo

· L’auspicio espresso da Macron e Merkel ·

Malgrado l’emergenza di recenti tensioni su numerosi dossier europei tra Francia e Germania, i rapporti tra i due paesi sono forti ed efficaci. Lo ha tenuto a rassicurare ieri il presidente Emmanuel Macron, che riceveva all’Eliseo il cancelliere tedesco Angela Merkel per un vertice bilaterale, un mese dopo la firma del trattato di amicizia franco-tedesca ad Aquisgrana.

Angela Merkel ed Emmanuel Macron ieri all’Eliseo (Ap)

«La nostra relazione è forte, efficace e consente a ogni parte di chiarire gli eventuali argomenti che suscitano reazioni e dibattiti in Germania e in Francia, il che è normale», ha dichiarato il presidente francese prima della riunione. Macron rispondeva in questi termini alla domanda di una giornalista sull’esistenza di «tensioni» tra Berlino e Parigi, più particolarmente per le vendite di armi francesi all’Arabia Saudita, che la Germania cerca di frenare, o per il progetto di gasdotto Nord Stream 2, quando invece i due paesi avevano siglato ad Aquisgrana un accordo per rafforzare i rapporti bilaterali.
«Dalla firma del trattato abbiamo compiuto progressi notevoli», ha dichiarato a sua volta il cancelliere tedesco, insistendo sulla necessità di fare dei «compromessi» per ottenerli e ricordando che «l’Europa può andare avanti quando Germania e Francia sottopongono idee comuni». Il presidente Macron ha sottolineato il bilancio positivo dalla sua elezione venti mesi fa: «Siamo riusciti a far andare avanti l’agenda europea sulla convergenza economica e sociale sul budget europeo e su un inedito partenariato in materia di difesa». Un «progetto europeo rinnovato» sarà probabilmente presentato a marzo, ha poi precisato Macron, prima delle prossime elezioni europee a fine maggio.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

21 agosto 2019

NOTIZIE CORRELATE