Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Rinnovamento e formazione

· Il cardinale Filoni apre l’assemblea annuale delle Pontificie opere missionarie ·

«La missione non è un semplice strumento per raggiungere un obbiettivo, ma è la forma esistenziale di cui sono costituiti e vivono il cristiano e la Chiesa». Aprendo lunedì 28 maggio l’Assemblea generale annuale delle Pontificie opere missionarie (Pom), il cardinale Fernando Filoni, prefetto della Congregazione per l’evangelizzazione dei popoli e presidente del comitato supremo delle Pom, ha ribadito questo concetto fondante. E ha indicato, come conseguenze naturali di tale consapevolezza, alcuni obbiettivi concreti da perseguire: santità nella vita personale, massima trasparenza nell’amministrazione, riforma delle strutture per garantire, in un’organizzazione sempre più unitaria, il primario impegno nella formazione alla missione.

Fino al 2 giugno direttori nazionali delle Pom provenienti da tutti i continenti, insieme al presidente e ai segretari generali delle quattro opere missionarie, sono riuniti nella Fraterna Domus di Sacrofano (Roma). La sessione pastorale dell’assemblea prevede il confronto su due temi: «I giovani, risorsa per la missione» e «Evangelizzazione nel mondo digitale». La sessione ordinaria, invece, sarà aperta il 30 maggio dalla discussione di proposte e iniziative per la celebrazione del mese missionario straordinario indetto da Papa Francesco per l’ottobre 2019. Di seguito le consuete procedure per il rendiconto dell’anno trascorso, la previsione di bilancio e le relazioni dei segretari generali delle quattro opere missionarie.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 agosto 2018

NOTIZIE CORRELATE