Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Riesplode nel Darfur l’emergenza profughi

· Per la recrudescenza dei combattimenti ·

La recrudescenza delle violenze nel Darfur, la regione occidentale sudanese dove la guerra civile si protrae da undici anni, ha provocato una nuova ondata di profughi.

Secondo il Programma alimentare mondiale (Pam) dell’Onu, oltre ventimila persone si sono riversate nel villaggio di Saniya Deleiba, a 35 chilometri da Nyala, il capoluogo del Darfur meridionale, per sfuggire ai combattimenti in corso nella regione.

Anche l’Unamid, la missione congiunta dell’Onu e dell’Unione africana, ha diffuso un comunicato nel quale esprime estrema preoccupazione per l’escalation di violenze nel sud del Darfur e in particolare per la distruzione di decine di villaggi nella zona di Umm Gunya.

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

19 settembre 2019

NOTIZIE CORRELATE