Avviso

Questo sito utilizza cookies...
I cookies sono piccoli file di testo che aiuto a migliorare la sua esperienza di navigazione nel nostro sito. Navigando in ogni parte di questo sito lei autorizza l'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni sulla policy dei cookies visualizzando le Condizioni di utilizzo.

Riconciliazione e giustizia per il popolo iracheno

· All'Angelus il Papa fa appello alla preghiera per il popolo iracheno e annuncia la sua prossima visita in Albania ·

Con via preoccupazione Papa Francesco segue i drammatici avvenimenti che sconvolgo in questi giorni l’Iraq. 

E così ieri, domenica 15 giugno, durante il consueto incontro con i fedeli in piazza san Pietro per la recita dell’Angelus, ha chiesto di pregare per il popolo iracheno. “Invito tutti voi – ha detto il Pontefice – ad unirvi alla mia preghiera per la cara nazione irachena, soprattutto per le vittime e per chi soffre maggiormente le conseguenze dell’accrescersi della violenza, in particolare per le molte persone, tra cui tanti cristiani, che hanno dovuto lasciare la propria casa. Auspico per tutta la popolazione la sicurezza e la pace ed un futuro di riconciliazione e di giustizia dove tutti gli iracheni, qualunque sia la loro appartenenza religiosa, possano costruire insieme la loro patria, facendone un modello di convivenza”.

Durante l'incontro di preghiera il Papa ha anche annunciato che il prossimo 21 settembre si recherà a Tirana, accogliendo l'invito dei vescovi e delle autorità albanesi. “Con questo breve viaggio – ha detto – desidero confermare nella fede la Chiesa in Albania e testimoniare il mio incoraggiamento e amore ad un Paese che ha sofferto a lungo in conseguenza delle ideologie del passato”.

Il testo integrale del discorso del Papa 

EDIZIONE STAMPATA

 

IN DIRETTA

Piazza S. Pietro

22 novembre 2019

NOTIZIE CORRELATE